JSN ImageShow - Joomla 1.5 extension (component, module) by JoomlaShine.com
 


SPECIALE: space economy in Emilia-Romagna 

aerogvc.png

 

 

       SPECIALE: la macroregione Adriatico-Ionica

 

eusair.png

 

 

 

adriatico-ionico.png

 

 

   

 

 

Antares su CARTO  

 carto.png

 

Antares su Tableau Public

tableaulogo.jpg

 

Home arrow Blog arrow PMI e Horizon 2020
PMI e Horizon 2020 PDF Stampa E-mail
 

Scritto da Antares, 10-04-2014 16:13

Pagina vista : 9375    

Favoriti : 625

 

Innovazione e PMI: Horizon 2020 non basta

UPDATE: sono disponobili qui i dati della seconda cut-off fase 1 dello strumento PMI di Horizon2020. Il nostro articolo è stato pubblicato molto prima della partenza della fase 1.

 -----------------------------------------------------------------------

La partecipazione delle Piccole e Medie Imprese (PMI) italiane ad Horizon 2020 accende molte speranze.

Tuttavia le stime di probabilità di accesso delle PMI all’interno di questo nuovo ciclo di ricerca e sviluppo a livello europeo sono controverse perché, se si prende a riferimento la sola fase 1 dello "strumento PMI" (che ammette progetti di fattibilità finanziabili per 50 mila euro che possono rappresentare una porta di accesso per le fasi successive del programma), variano dalle 5 mila alle 15 mila le PMI coinvolgibili ogni anno per i prossimi 7 anni (si veda quiSulla base di una nostra stima (basata sul work programme del “dedicated SME instrument 2014-2015”) la cifra di PMI coinvolgibili nei 7 anni di Horizon (2014-2020) non dovrebbe superare le 3.500 unità a livello UE.

La stima del bacino di domanda potenziale su cui si può orientare il lavoro di indirizzo e stimolo all’innovazione deve prendere in considerazione almeno tre parametri:

-         il numero di PMI (tra 9 e 250 addetti nel settore industriale): che nella UE è di 1.800.000 unità, in Italia di 205.000 (in una regione come l’Emilia Romagna di 9.000 unità);

-         il tasso di PMI innovatrici che a livello medio UE è del 34%, In Italia del 38% (ma in Germania del 54%);

-         l’indice di copertura tecnologica sulle Call di Horizon, ovvero comprendere quante PMI saranno interessate dai temi strategici toccati dai bandi Horizon. Qui la stima è più difficile. Abbiamo cercato di approssimarla sulla base dei temi delle Call 2014-2015 e sulla base di un “indice di copertura” realizzato per l’Emilia Romagna (e che comunque stima che le traiettorie tecnologiche “intelligenti” dei prossimi anni riguarderanno il 48% delle imprese regionali).

La contabilità un po’sommaria ma efficace di tale esercizio è riassunta nella tabella 1.

   

Tabella 1

 

 

 

note

PMI innovatrici UE

644.000

Quota media innovazione (Istat: 35%) calcolata sul totale PMI UE

PMI innovatrici Italia industria

77.900

Quota media innovazione (Istat: 38%) calcolata sul totale PMI Italia industria

PMI industria in ER

9.000

 

PMI innovatrici industria in ER

3.960

Quota regionale di imprese innovatrici calcolata da Istat (38%)

indice di copertura S3 RE

48%

Indicatore Antares

PMI ER interessate da traiettorie S3

4.320

 

copertura UE strumento PMI horizon

1%

stimando almeno 5 mila PMI europee coinvolte nella fase 1 (rispetto al totale di PMI innovatrici a livello UE)

progetti potenziali a livello UE

5.796

PMI coinvolgibili a livello UE

progetti potenziali Italia

696

quota stimata sul peso delle PMI italiane sul totale Ue (12%)

progetti potenziali ER

35

quota stimata sul peso delle PMI regionali che innovano rispetto alle PMI innovatrici in Italia (5%)

peso strategico strumento PMI su potenziale innovativo PMI regionale

0,9%

progetti finanziabili da Horizon su totale PMI  innovatrici ER. L'indicatore resta sostanzialmente lo stesso anche se calcolato sul totale delle imprese interessate dai temi strategici di Horizon

 

Stimiamo che lo strumento PMI di Horizon possa interessare l’1% delle PMI Ue (adottando una stima intermedia di progetti ammissibili di circa 5.000 sulla fase 1 di Horizon); in Italia lo strumento può allo stato attuale interessare circa 700 PMI italiane (calcolando la quota di PMI italiane sul totale UE pesandola però la con predisposizione ad innovare calcolata da Istat per le PMI italiane); a livello regionale lo strumento PMI interessa appena lo 0,9% delle PMI innovatrici.

Tenendo conto che si tratta pur sempre di una preziosa opportunità per le PMI, le considerazioni finali sono:

-      occorre tenere presente la diversa capacità tecnologica e la diversa predisposizione all’innovazione delle PMI italiane. Il gap di innovazione delle nostre PMi nei confronti, ad esempio, di quelle tedesche (come si evince ad esempio qui) sarà difficilmente colmato solo con questo strumento;

-     non tutte le regioni avranno identica capacità di candidare PMI allo "strumento PMI" di Horizon;

-      occorre iniziare una capillare azione di stimolo sulla domanda di innovazione. Se Horizon è troppo selettivo per fare questo, occorre utilizzare altre leve e strumenti e non dimenticare la stretta relazione esistente tra innovazione e internazionalizzazione;

-    occorre incentivare la partecipazione di reti di PMI ad Horizon, amplificando le ricadute sui sistemi di innovazione a livello regionale.

 

Ultimo aggiornamento : 17-03-2015 13:23

   
Quota quest'articolo nel tuo sito web
Favoriti
Stampa
Invia a un amico
Articoli associati

Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valuazione utenti

   (0 voto)

 
Commenti in lingua: Italian (0), English (0)

Aggiungi il tuo commento
Nome
E-mail
Titolo  
Commento
 
Caratteri rimasti: 600
 
   
   

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.7 © 2007-2019 - visualclinic.fr
License Creative Commons - Some rights reserved
Pros. >

  

 

13870.gif

 

 

    

 

kt.jpg

 

 

      

 

libro_antares.jpg

 

 

 

 

volare_alto2.jpg

 

Free Joomla Templates